L’Associazione Arco Adriatico Ionico è un’organizzazione senza scopo di lucro, istituita nel 2005 dalle 10 Province italiane costiere del medio-basso Adriatico e dello Ionio, corrispondenti al livello NUTS IIIL’Associazione è riconosciuta, ha una propria personalità giuridica ed ha sede legale presso l’Amministrazione provinciale di Teramo.
L’idea di costituirsi in associazione è nata dalla consapevolezza che i territori interessati dall’iniziativa presentano numerosi tratti comuni in termini di bisogni e di potenzialità di crescita, tanto da costituire una vera e propria macro regione all’interno dell’Unione europea.
Arco si propone di realizzare una serie di azioni nel campo delle politiche comunitarie ed in tutti quegli ambiti di interesse comune delle Province costiere nella consapevolezza che il rispetto dei valori, degli obiettivi e dei diritti fondamentali promossi e tutelati dall’Unione europea possa essere meglio garantito attraverso l’azione congiunta dei suoi membri.
L’attività dell’Associazione è volta alla definizione ed attuazione di strategie integrate di pianificazione e sviluppo dei territori interessati, con il coinvolgimento di una pluralità di attori economici, sociali e culturali, anche al fine di promuovere la coesione e la lotta alle divisioni nell’ambito del processo di integrazione dei Paesi dell’Europa sud-orientale e mediterranea.
La vocazione transfrontaliera di Arco si manifesta nei proficui partenariati territoriali instaurati nel corso del tempo tra le Province associate ed alcuni Paesi dell’area balcanica, in particolare Albania e Montenegro.
Al fine di consentire il consolidamento e la stabilizzazione nel lungo periodo delle già buone relazioni che intercorrono tra le comunità locali delle due sponde dell’Adriatico e dello Ionio, l’Associazione è aperta all’adesione di nuovi membri che ne facciano espressa richiesta.
L’importanza assunta in modo crescente dalla cooperazione territoriale nel panorama  delle politiche comunitarie impone la creazione di network in grado di elaborare e pianificare efficaci strategie di sviluppo locale che rispondano, da un lato, ai processi di decentramento in atto all’interno degli Stati membri e, dall’altro, all’esigenza di instaurare solidi partenariati territoriali a livello transfrontaliero, transnazionale e interregionale.
In tal senso, Arco Adriatico Ionico ha coordinato la presentazione di progetti a valere sul Programma Interreg IIIA Transfrontaliero Adriatico, ottenendo il finanziamento del progetto “Oasis” a cui hanno preso parte tutte le Province socie. Con l’avvio della nuova programmazione europea 2007/2013, l’Associazione ha elaborato, in qualità di capofila e partner, nuove idee progettuali, creando, al contempo, i necessari partenariati nell’ambito del Programma di cooperazione transfrontaliera IPA Adriatico.
Attingendo alle opportunità offerte dalla riforma della politica di coesione 2007/2013, l’Associazione ha avviato il percorso di costituzione di un Gruppo europeo di cooperazione territoriale (GECT), al fine di migliorare la gestione e l’attuazione di progetti cofinanziati dall’Unione Europea.